Sinossi

Un ri-trovamento è sempre qualcosa di sensazionale che si tratti della storia di un amico, come nel caso del famoso romanzo “l’amico ritrovato” di Fred Uhlman da cui è parafrasato il titolo del libro, o del diario di un nonno. Il fascino della riscoperta di qualcosa o di qualcuno di cui si conosce l’esistenza, ma che il tempo ha nascosto nella memoria, è un’esperienza che coinvolge e stimola la fantasia, suscitando sensazioni che albergano negli angoli più remoti della nostra personalità, dove sopravvivono le memorie ancestrali.
Daniela Metteo trova il diario del nonno ed ecco che da un reperto biografico nasce una storia sullo sfondo di un’epoca. Una storia d’altri tempi? Non c’è dubbio, ma senza formalina. L’autrice, al passo con i tempi, per coltivare la sua passione per la ricerca e la scrittura, si serve della tecnologia e i social network diventano le sue fonti per risalire alle persone, ai luoghi, alla storia. L’esistenza di Felice Metteo e i fatti storici di cui è, al tempo stesso, testimone e protagonista, diventano, nell’ispirazione della nipote alla ricerca delle proprie radici, tante microstorie finemente rielaborate per tessere una trama che incrocia i fili delle esperienze personali con quelli della storia italiana da fine Ottocento alla seconda metà del Novecento. Sono storie vere che annullano le distanze temporali e per questo appassionano. I motivi di interesse sono numerosi e il lettore attento troverà interessanti spunti di riflessione per confrontare i propri ricordi familiari con quelli del protagonista la cui vicenda è il paradigma della storia degli italiani che hanno fatto l’Italia.

Pubblicato nel 2013 da “Le Chateau”

Il trailer del libro:  https://youtu.be/ku_UzXBB1Cc

Dove acquistarlo: Se siete interessati all’acquisto mi potete contattare tramite e-mail daniela.metteo@gmail.com che trovate anche nella sezione “Contatti”

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *